Kalòs kai agathòs (καλός κἀγαθός) – foto Diane Kruger nel film Troy

Questa formula greca, bello e buono, la più celebre, forse, del pensiero etico greco ed occidentale dopo l’esortazione gnōthi seautón (γνῶθι σεαυτόν, conosci te stesso), una sorta di endiadi, esprimerebbe, secondo lo scialbo insegnamento liceale, un concetto unico, l’idea che chi è bello è necessariamente anche buono ovvero che nella bellezza risiede quasi un principio di bontà, come se non si possa dare una bellezza che non sia già anche bontà. I greci avrebbero, in altri termini, avuto una concezione etica della bellezza, o estetica della bontà, non l’ho mai ben capito.

Non si conosce mistificazione più imbecille di questa, frutto insipido di secoli di tradizione cristiana che ha soffocato e spento le braci ardenti del pensiero greco.

I Greci hanno forse per primi sofferto lo scandalo della dissociazione tra bellezza e bontà, sono rimasti sconvolti ed atterriti nel verificare come in corpi belli ed armoniosi alberghi talvolta la malvagità e la disonestà, hanno provato una sorta di sacro terrore al pari del primo astronomo che scopre le macchie nere nel sole. Hanno per primi avuto la forza culturale di comprendere come nella bellezza vi sia una carica tragica di prepotenza, di affermazione di sé a scapito altrui, di violenza, di conquista, di seduzione, di sottomissione dell’altro. I Greci hanno compreso che spesso la bellezza cammina dissociata dalla bontà. Achille

I Greci hanno però anche compreso, come ha evidenziato Nietzsche, la natura ambigua e spesso pusillanime, quando non inerme, della bontà. Da sola vale poco. La bellezza è un dio terribile, cui tra l’altro deve imputarsi la prima e sanguinosissima guerra che la memoria ellenica tramandi. La polis non può sostenere una tirannia e un dispotismo così tanto magnetico. Ecco allora che si fa strada l’idea di creare una sorta di gabbia di contenimento della potenza devastatrice e sconvolgente della bellezza, un freno etico, un elemento moderatore, che è la bontà. Senza questo contemperamento, la sola bellezza è pura malvagità. Altro che identità di un bello sguardo intrigante e di onestà degli intenti, altro che irraggiamento della bellezza sulla sfera etica.

Più che un’endiadi, kalòs kai agathòs è un ossimoro.

____________

foto Brad Pitt (Achille) nel film Troy

Donazione (Dizionario antichità classiche)

Sostieni L’Errore di Kafka e avrai in omaggio una rarità bibliografica: il DIZIONARIO COMPENDIOSO D’ANTICHITÀ. Per l’intelligenza dell’Istoria Antica, sì sacra che profana, e degli Autori Greci e Latini, Del Sig. E. J. Monchablon, Maestro d’Arti e di pensione nella Università di Parigi, TRADOTTO DAL FRANCESE. TERZA EDIZIONE. IN VENEZIA 1795 PRESSO SEBASTIANO COLETTI. Pp. 424, cm. 11,5 x 18, ottimo stato. Consegna da concordare

€40,00

 

 

Senza categoria

1 Comment Lascia un commento

  1. Saranno stati davvero tutti belli e buoni (kaloì kaì agathoì) quei soldati greci che nella battaglia di Maratona impiegarono tutte le loro forze, fisiche e morali, per impedire ai Persiani di soggiogare la Grecia e distruggere le loro famiglie?
    Avranno davvero voluto difendere anzitutto la propria patria, invasa da una potenza straniera fortissima e dotata di armi insidiose, piuttosto che il proprio onore e la propria famiglia?
    E’ verisimile che queste due motivazioni si siano intrecciate e abbiano caricato al massimo lo spirito e la competitività dei soldati greci. Non credo, invece, alla visione dei Persiani come imbelli, vili, traditori, amanti di soffici tappeti e abiti lussuosi. “I Persiani” di Eschilo ricorda senza dubbio una parte della realtà storica, ma solo una parte di essa: quella vista dai Greci e dai Greci cantata nelle loro opere.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: