Le corna degli altri

E dunque anche quest’anno lo chiudiamo

parlando delle corna degli altri, tra un bicchiere

e l’altro di vino rosso, mandarini, frutta secca.

E allora anche quest’anno, come da anni,

l’ultimo tradimento occupa il centro della scena,

e i più informati sui dettagli fanno bella figura.

È sottinteso che si tratti di un gioco innocente,

un pour parler puramente en passant, ma

 

così non è, io lo so me ne sono accorto

(la mia voglia di spazi aperti me lo ha suggerito)

che fare il girotondo attorno

al pettegolezzo è ansia

di consegnarsi alla caserma

del paese

è istinto di legarsi le mani, di castrarsi il cuore,

rendendo enorme, smisurata, la piazza

del paese, supremo tribunale

dei vostri amori.

 

Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: