Archivi autore

malebranche1715 View All →

Sono un religioso appartenente alla congregazione dell’Oratorio di Gesù e Maria Immacolata di Francia. Sono deforme per una malformazione alla spina dorsale e fragile di costituzione. Mio padre è stato consigliere del re Luigi XIII, mia madre era di origini aristocratiche e sorella di un viceré del Canada. Sono un teologo e filosofo, metafisico e moralista, ho riflettuto lungamente sulla natura e sulla realtà del male.

19 agosto

Al martirologio laico, delle vittime dell’ingiustizia, io opponevo a Marcuse un martirologio diverso, letterario. Qual è l’anniversario della letteratura? Qual è il giorno in cui tutti i lettori dovrebbero sospendere le loro attività, lettura inclusa, e raccogliersi in meditazione? O in preghiera? O recarsi nel luogo dove l’evento è accaduto? Certo, qui l’imbarazzo della scelta…

Continua a leggere 19 agosto

Questa notte ho sognato mio padre

Questa notte ho sognato Burlasconi, ed era mio padre.[1] Mi rivolgevo a lui, consapevole che le mie osservazioni critiche sarebbero state accolte non con la consueta ferocia pubblica, ma con la benevolenza domestica del saggio padre che accoglie l’intelligenza, anche se un po’ troppo esuberante e idealista, del figlio. Dicevo a mio padre Burlasconi che…

Continua a leggere Questa notte ho sognato mio padre

I primi cattolici

Lo incontro all’angolo, incede nella mattina gelida appoggiandosi ad un bastone, saluta un passante con il suo tono gioviale, con quella cadenza napoletana e musicale, accenna a qualche acciacco alle gambe, ma come ad una cosa di pochissimo conto, nulla che possa intaccare la sua incrollabile fiducia nella vita. Lo spirito positivo di questi cattolici,…

Continua a leggere I primi cattolici

Buonanotte, senatori. Il dolore fantasma e la morte delle lingue (morte)

Noto un fenomeno che sta dilagando. L’elogio delle lingue morte. Da un anno a questa parte gli scaffali delle librerie, delle poche rimaste, ma anche quelli dei capannoni denominati supermercati, hanno ospitato, accanto alle pile dei bestsellers più patinati, anche libri che, elogiando lingue morte, non sono in odore di mass market. Un fenomeno bizzarro,…

Continua a leggere Buonanotte, senatori. Il dolore fantasma e la morte delle lingue (morte)

Elogio dei libri proibiti

Caro Stepor, accetto di buon grado il suo invito a collaborare a L’errore di Kafka. Essendo morto oltre trecento anni fa, ho la memoria lunga. Nelle mie notti insonni leggo, e solo quando non ce la faccio più a trattenermi, prendo il mio taccuino e vergo qualche annotazione. Riconosco che l’irritazione è la principale molla…

Continua a leggere Elogio dei libri proibiti